La Scutigera coleoptrata invade le nostre case d’inverno: è il suo veleno pericoloso per l’uomo?

Marco Bianchi

tempo di lettura : 2 minuti
Ambiente
la-scutigera-coleoptrata-invade-le-nostre-case-d-inverno-e-il-suo-veleno-pericoloso-per-l-uomo
Tempo di lettura: 2 minuti

In inverno, la scutigera véloce, o scutigera coleoptrata, cerca un ambiente caldo e umido, tipico delle nostre abitazioni. Si introducono attraverso crepe o fessure e si nutrono di piccoli insetti, svolgendo così un ruolo di insetticida naturale.

La loro presenza è spesso indicativa della presenza di altri insetti nell’ambiente domestico, rendendoli utili nella lotta contro questi ultimi.

L’intrusione nelle nostre case durante i mesi freddi

Questo millepiedi dalle lunghe zampe a righe, che può raggiungere una notevole velocità di movimento, suscita curiosità, ma anche inquietudine tra gli abitanti delle case nelle quali penetra.

Il motivo principale per cui questo aracnide viene rinvenuto nelle abitazioni umane nei mesi più freddi dell’anno è legato alle condizioni climatiche avverse. Essi infatti preferiscono ambienti caldi e umidi e cercano rifugio all’interno degli edifici per sfuggire alla rigidità invernale esterna.

Cosa fare in caso di invasione nel nostro ambiente domestico

Pur essendo fondamentalmente innocua e d’aiuto nella lotta contro insetti indesiderabili, la presenza della scutigera véloce può creare una certa apprensione fra chi condivide con essa gli spazi abitativi.

Per evitare problemi legati a possibili morsi o alla semplice sensazione di disagio generata dalla loro vista, è opportuno individuare ed eliminare eventuali fessure e vie di accesso nelle pareti delle nostre case. Inoltre, mantenere un ambiente pulito e sgombero da residui alimentari aiuta a non attrarre questi piccoli ospiti indesiderati.

leggi anche  Mangi 1 kg di insetti ogni anno!
la-scutigera-coleoptrata-invade-le-nostre-case-d-inverno-e-il-suo-veleno-pericoloso-per-uomo

È il veleno della Scutigera pericoloso per l’uomo?

Una delle principali paure associate a questo organismo riguarda la presenza di veleno nelle sue zanne. La verità è che il veleno prodotto dalle zanne della Scutigera coleoptrata è normalmente inefficace sui mammiferi come l’uomo.

In caso di morso, è possibile accusare sintomi simili a quelli causati dall’attacco di un’ape, come gonfiore, dolore o irritazione nella zona interessata.

Rosicchiamenti nel nostro spazio vitale: più fastidioso che pericoloso

Tuttavia, va tenuto presente che il morso di questa creatura è raro e generalmente avviene solo quando si sente minacciata. L’eventuale dolore provocato da un morso di Scutigera è solitamente molto lieve e si riduce nel giro di poche ore. Non ce n’è motivo quindi, alla fine, per aver paura di questi piccoli “inquilini“!

Amici o nemici? Il ruolo ecologico della Scutigera coleoptrata

Dal punto di vista dell’equilibrio naturale del nostro ambiente domestico, la scutigera véloce svolge un ruolo rivelatore piuttosto che distruttivo. Essa infatti si nutre di piccoli insetti nocivi, come zanzare e mosche, aiutandoci indirettamente a tener lontano gli insetti più fastidiosi per l’uomo e contribuendo al controllo della popolazione di questi ultimi.

L’insetticida naturale contro gli infestanti comuni

La loro voracità nei confronti degli altri ospiti indesiderati ne fa quindi degli utili alleati nella lotta contro i parassiti. Pertanto, anche se a prima vista potrebbero sembrare creature minacciose, in realtà sono innocue e utili nella gestione dell’ecosistema domestico.

il rispetto per un ospite poco gradito ma utile

Sebbene sia comprensibile provare disagio e preoccupazione alla vista di una scutigère véloce nell’ambiente domestico, è importante ricordarsi che questo aracnide non rappresenta una minaccia diretta per l’uomo. Al contrario, la sua presenza può essere utile nel mantenere sotto controllo la popolazione di insetti fastidiosi e incutendo rispetto per l’equilibrio naturale degli ambienti in cui viviamo.

Condividi questo articolo con i tuoi amici!