Progetto Vincitore Expo 2015

PrimoPiano (1473)

Nerviano - Soundtracks festival atto primo. Parte il 30 agosto 2013 a Nerviano in località Garbatola l'edizione 2013 della celebre rassegna sovracomunale di jazz e blues. Il primo show spetta
a alla cantante afroamericana Peaches Staten & Luca Giordano Band
Peaches Staten nasce a Doddsville nel delta del Mississippi, musicalmente cresce in quel di Chicago, dove ha condiviso la scena e registrato con i migliori bluesmen.
Ha una voce versatile che le garantisce ottime performances in tutto il panorama musicale a livello mondiale; suona egregiamente il Wash Board, dando un supporto ritmico incredibile alle sue esecuzioni e creando un impatto visivo che cattura il pubblico. Nel Maggio 2010 e' uscito il suo ultimo cd, live at Legends di Chicago (club di Buddy Guy).
Sul palco, Peaches offre uno show che spazia dal blues al soul/funk, supportata da una band di grande esperienza che valorizza la sua stupenda voce e personalissima presenza scenica.
Luca Giordano è uno dei più appassionati e competenti musicisti blues italiani della nuova generazione E' stato ospite al Chicago Blues Festival 2006 insieme alla leggendaria band di Muddy Waters e si è esibito nei più importanti circoli blues, in numerosi festival e in alcuni dei più famosi locali Blues della Windy City come il Buddy Guy's Legends.
Collabora con diversi artisti di fama internazionale. In Italia è stato in tour con Shirley King, figlia del Re del Blues BB King, con Mr. Chris Cain, icona per tutti i chitarristi Blues, e con il grande sassofonista Sax Gordon Beadle. Attualmente viaggia tra gli States e l'Italia collaborando con numerosi musicisti nostrani e d'oltreoceano: Big Jack Johnson, Billy Branch, Bob Stroger, Bonnie Lee, Carlos Johnson, Les Getrex, Linsey Alexander, Peaches Staten, Matthew Skoller, Junior Watson, Enrico Crivellaro ed altri.

IMG 9185Malpensa - Il conto alla rovescia è partito e cresce l'emozione tra le protagoniste dell'edizione 2016 del Ballo delle Debuttanti di Stresa di APEVCO. Svoltosi con successo, domenica 7 febbraio, l'incontro conoscitivo all'Hotel Sheraton di Milano Malpensa, la prestigiosa location confermata anche quest'anno per il terzo anno consecutivo. E' stata un'occasione per le debuttanti e per rispettive famiglie di un primo confronto con lo staff di APEVCO (Associazione Promozione Eventi Vco), con l'equipe docenti, con lo staff trucco e parrucco, con le collaborazioni all'evento e con alcune ex-debuttanti.
Nel corso dell'intera giornata le giovani hanno avuto modo di presentarsi, raccontare i loro sogni ed aspirazioni, i motivi che le hanno portate ad intraprendere questa avventura e naturalmente è stata anche l'occasione per stringere le prime amicizie.
Il momento 'da batticuore' è stato certamente la prima prova degli abiti da debutto, accuratamente preparati da Boutique Due M di DSC 4676Arona, l'atelier che collabora già dalla scorsa edizione con APEVCO. Splendidi abiti che hanno cominciato a far sognare le debuttanti di Stresa... e ad attendere il magico momento della discesa delle scale del Regina Palace Hotel il prossimo sabato 5 Marzo.
"È un momento importante, significativo ed emozionante ma anche culturale e di formazione" - dichiara la Presidente di APEVCO Giovanna Pratesi. "Un sentito ringraziamento ai docenti e alle collaborazioni che rendono ogni anno possibile la realizzazione di questo evento in continua evoluzione e che è diventato un fiore all'occhiello per il territorio del VCO, Si prospetta un'edizione ricca e di grande livello che sicuramente darà la giusta visibilità al territorio del Verbano Cusio Ossola e del Lago Maggiore". Un primo passo, insomma, verso il Ballo che vede quest'anno nuove iniziative davvero uniche e di prestigio.
L'appuntamento con il Ballo delle Debuttanti di Stresa è per sabato 5 marzo 2016 nella prestigiosa cornice dell'Hotel Regina Palace di IMG 9184Stresa, proprio dove vennero incoronate le prime Miss Italia!
Le ragazze raggiungeranno il Lago Maggiore sabato 27/02/2016 per seguire le lezioni, per visitare la zona e per preparasi al Gran Debutto di sabato 5 Marzo.
Oltre alla promozione del territorio l'evento guarda anche alla solidarietà: quest'anno la collaborazione è con LILT Lega Italiana Lotta Tumori sezione VCO: Simona Lovecchio di Arona (NO) che è stata affetta da patologia oncologica, sarà la testimonial del sodalizio e parteciperà gratuitamente al Ballo.
Ha già avuto inzio durante l'incontro conoscitivo di domenica 7 marzo il Reality 'Princess' sotto la regia di Giancarlo Parazzoli: la produzione racconterà la settimana preparatoria al Ballo attraverso la viva voce delle protagoniste e le loro emozioni.
Per chi ne vuol sapere di più si consiglia una visita al sito: www.ballodebuttantistresa.it.
Coloro che vorranno condividere questo emozionante momento del Gran Debutto in una serata ricca anche di spettacolo ed esibizioni potranno prenotarsi compilando l'apposita scheda dal sito sopra citato cliccando sull'icona "prenotazioni serate". L'ingresso è aperto a tutti su prenotazione.
Ricordiamo che sono gli ultimi giorni utili per iscriversi al Ballo delle Debuttanti di Stresa 2016.
Tutte le informazioni sul sito: www.ballodebuttantistresa.it.

La redazione

Galleria fotografica a cura di Beppe Fierro

20160207 113127 resizeBusto Arsizio–Sono venuti in visita a Legnano lo scorso novembre e ora hanno voluto ripetere la bella esperienza con il tour della città di Busto Arsizio. Ait Opera presieduta da Eugenio Cannarsa, è un operatore turistico specializzato, dal 1990, nell'organizzazione di viaggi per gruppi culturali, musicali e lirici. Ancora una volta Turismo Sempione, l'associazione turistico- culturale presieduta da Federico Mari, che da anni opera  per la valorizzazione culturale del territorio che va da Milano a Verbania, è stata scelta come partner e domenica 7 febbraio ha accolto il gruppo proveniente da Ginevra.
Gli ospiti sono arrivati in mattinata in Piazza Santa Maria. Ad attenderli Enzo Mari (vice-presidente), Giorgio Fedeli e Flavia Macchi (guide dell'associazione) e Francoise Fath interprete-guida francese che collabora con l'associazione. Prima tappa della visita la cinquecentesca chiesa di Santa Maria di Piazza con il pregevole polittico di Gaudenzio Ferrari e le statue lignee di Fabrizio De Magistris. Gli ospiti hanno molto apprezzato il piccolo gioiello rinascimentale illuminato come per le grandi occasioni e hanno ascoltato con molto interesse le 20160207 101854 resizespiegazioni delle guide. Dopo una pausa caffè ristoratrice la visita è proseguita con una passeggiata per il centro storico della città fino alla Piazza S. Giovanni. Dopo una rapida visita alla Basilica barocca per un'occhiata ai pregevoli affreschi di Biagio Bellotti il gruppo si è unito all'evento che si svolgeva contemporaneamente sulla Piazza: la consegna delle chiavi della città al Tarlisu e alla Bumbasina le maschere tipiche di Busto Arsizio che per questa settimana saranno Re e Regina del Carnevale. Il sindaco Farioli, come sempre Cicerone d'eccezione, ha celebrato un gemellaggio estemporaneo tra Busto Arsizio e la città svizzera e ha spiegato la storia delle maschere con riferimenti alla grande imprenditoria tessile bustese. Le due maschere rappresentano, infatti, i due tipici tessuti utilizzati, il primo per la fabbricazione dei materassi e il secondo per la confezione delle lenzuola. Dopo l'inatteso fuori programma il gruppo è tornato in piazza Santa Maria per poi proseguire in pullman per la seconda parte della visita: le ville Ottolini e il Museo del Tessile. L'imponente Villa Ottolini-Tosi progettata nei primi anni del '900 dall'architetto Camillo Crespi Balbi si è offerta alla vista dei presenti dal lungo viale d'ingresso. Il suo aspetto di castello medievale, i particolari Liberty; i ferri battuti 20160207 1205410 resizedel Mazzuccotelli, le vetrate, le pitture e i marmi della "sala dei matrimoni"  hanno confermato l'importanza di Busto Arsizio come città Liberty e hanno consentito un approfondimento sulla storia dell'imprenditorialità bustese. La visita si è conclusa davanti al vicino Museo del Tessile e all'antistante Villa Ottolini-Tovaglieri.
Soddisfatti i partecipanti ,coraggiosi e determinati nonostante la pioggia e le temperature invernali, già pronti per la visita pomeridiana al Teatro alla Scala di Milano, dopo il pranzo presso un ristorante del territorio. La presenza dell'associazione AIT OPERA, che ha voluto scegliere nuovamente il nostro territorio per i propri percorsi culturali, è una conferma delle eccellenze esistenti e un buon auspicio per tutte le attività di Turismo Sempione .
Flavia Macchi

Galleria fotografica

il sindaco Cucchi, l'assessore Nebuloni ed il direttore artistico AlmasioParabiago – "Siamo giunti alla 8^ edizione di Donne In•canto 2016, di un festival tutto al femminile, che vuole parlare della donna a 360°, nelle varie espressioni artistiche, non solo in situazioni critiche. Quest'anno grazie all'assessore Adriana Nebuloni ed alla collaborazione di Giorgio Almasio , abbiamo coinvolto dodici comuni dell'Altomilanese per 24 eventi sul territorio". Queste le parole del sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi,(vedi intervista) alla presentazione dell'8^Edizione di Donne In•canto, accolti da un inedito fuoriprogramma musicale, capofila del progetto nato nel 2008 con alcuni comuni storici riferimento di un inedito festival  rivolto alle donne, fatto dalle donne.
Il neo-assessore alla cultura Adriana Nebuloni, volto storico a Parabiago, che si è spesa da sempre per il  territorio, si è concentrata come non mai a questo progetto "Almasio con Cucchi nebuloni ed altre autoritàDa sempre ho seguito Donne In•canto- già con l'amministrazione Garavaglia e poi in qualità di assessore ai servizi sociali con la giunta Borghi ma oggi con il nuovo ruolo di assessore alla cultura, mi sono concentrata alla valorizzazione delle iniziative del territorio e questa per noi è una delle più importanti. Insieme allo staff del comune, diretto da Daniela Marrari, con il direttore artistico, Giorgio Almasio, ci siamo attivati per estendere questa proposta a tante amministrazioni limitrofe. Oggi arriviamo a 12 ed è un successo per tutto il territorio. I nostri cittadini possono usufruire delle rappresentazioni su un territorio esteso-diffuso. Se ogni comune avesse fatto da solo, i cittadini non avrebbero goduto di tutta la rassegna a costo zero! Quindi un fattore di successo è e sarà la rete dei comuni".    La parola al direttore artistico, Giorgio Almasio che dopo i ringraziamenti ha aggiunto il direttore artistico Almasio "Siamo arrivati alla ottava edizione e mutuando un celebre film "A volte ritornano" le artiste di questa edizione hanno richiesto di ritornare, di esserci e da noi ritornano con gioia! Edizione numero otto... e 8 è un numero importante! E' fra i simboli più antichi della storia: numero della rosa dei venti, ma anche dei petali del loto e perciò, nella terminologia buddista, dei sentieri della Via... il numero dell'equilibrio cosmico, il numero degli immortali della mitologia cinese...solo che questo circolo virtuoso ci ha un po' sopraffatto e le artiste che ritornano saranno undici/dodici per un'edizione che ha ulteriormente allargato i suoi confini disegnando una geografia sempre più compatta e significativa. E proprio per dare voce a tutti i comuni coinvolti, questa edizione prevede dei "FuoriFestival" con altre iniziative dedicate sempre alla Donna, in coincidenza anche di manifestazioni istituzionali e non: in totale 24 Eventi".
gli assessore ed i sindaci presenti a donne incanto"Donne In•canto" è un festival di territorio che ha coinvolto i comuni dell'Altomilanese da nord a sud dell'Asse del Sempione. Si va da Rho, Pregnana Milanese, Nerviano, Parabiago in qualità di Comune Capofila, Canegrate, Busto Garolfo, Casorezzo, new entry (Comune amichevolmente ospitato), Villa Cortese altra new entry, Legnano, San Vittore Olona e Rescaldina, ed è in questo territorio che, oltre a trovare le risorse dei comuni partecipanti, ha raccolto collaborazioni e partnership preziose ed efficaci al raggiungimento dei suoi obiettivi. Presenti alla cerimonia i Sindaci di Busto Garolfo Susanna Biondi , il sindaco di San Giorgio Walter Cecchin, il sindaco di  Pogliano Vincenzo Magistrelli, il Sindaco di San Vittore, Marilena Vercesi con il neo assessore alla cultura Maura Pera con la collega di Rescaldina Elena Gasparri, il collega di Legnano Umberto Silvestri,
Obiettivi raggiunti anche grazie al sostegno di sponsor che, col loro contributo, contribuiranno ad abbattere i costi di gestione, segnaliamo tra questi la Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate in qualità di main sponsor. La Conferenza dei Sindaci dell'Alto Milanese attraverso il sito lamilanocheconviene.it segnalerà le manifestazioni del festival.
Sponsor e partner di Donne incantoA partire dallo scorso anno sono state siglate ufficialmente delle collaborazioni con realtà che già partecipavano fattivamente al festival e che hanno rinnovato il loro impegno per il 2016. Assefocale - Associazione Culturale Fotografica - seguirà tutti gli eventi immortalando le artiste. Il Cineforum Pensotti Bruni ( compie 60 anni ed è il più longevo d'Italia) di Legnano si prenderà cura delle serate speciali dedicate a Laura Betti. Radio Punto – la radio dell'Altomilanese – ci dedicherà una promozione personalizzata, ospitate e dirette. One TV NBC – la tv dell'Altomilanese – ch.112 d.t. dedicherà spazi e servizi all'interno dei programmi. Il Liceo Cavalleri e l'Istituto Maggiolini(presente il preside Bagnato) metteranno a disposizione un nutrito gruppo di studenti per svolgere le funzioni di accoglienza del pubblico e gestione delle sale. Settegiorni sarà media sponsor ed Assesempione.info Media che segue il festival dalla prima edizione.

107-PaolaGassmanMadrina2016Non ci resta che rimandarVi al 20 febbraio con la Cerimonia di apertura con la madrina, la grande Paola Gassman a Villa Corvini alle ore 17.30, alla quale sarà donato, come a tutte le madrine, un quadro realizzato dall'Associazione Re Mida (rigorosamente in oro) (per prenotazioni consultare il sito www.donneincanto.org)
Enzo Mari
Galleria fotografica a cura di Federico Mari
Videointerviste
Videointervista al sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi
Videointervista all'assessore alla cultura di Parabiago, Adriana Nebuloni
Videointervista al direttore artistico di Donne In•canto, Giorgio Almasio
Videointervento al preside del Liceo Cavalleri, Prof. Bagnato
Videointervento del rappresentante BCC Sponsor del progetto

Carmen 20160207025Busto Arsizio - Sono applausi convinti e calorosi quelli che oggi( ieri ndr) al Teatro Sociale di Busto Arsizio hanno chiuso i due atti di Carmen, balletto su musiche di Georges Bizet messo in scena dal Balletto di Milano. Le scene squisitamente essenziali di Marco Pesta e i sobri costumi di Federico Veratti hanno lasciato al corpo di ballo tutta la ribalta. In poco meno di novanta minuti ballerine e ballerini hanno interpretato le coreografie di Carmen 20160207038Agnese Omodei Salè e Federico Veratti trasportando con grazia il pubblico in sala in un mondo di amore e morte, eros e thanatos, tanto che i due atti sono letteralmente volati via. La direzione artistica, affidata a Carlo Pesta, ci ha regalato una produzione davvero azzeccata.
Marco Villa
Galleria fotografica a cura di Marco Villa

Festa ordine Parabiago LC G. Maggiolini1Parabiago - Da Parabiago, estrema propaggine del Distretto 108Ib1 Lions, passando per Como, e su su fino a Bormio si sono tesi i fili che collegano i Lions e le loro attività che non si fermano mai nemmeno alla domenica, anzi, proprio in queste giornate si intensificano.

Per la Festa per le Forze dell'Ordine da Bormio, sede dei campionati nazionali di sci Lions, è arrivato il saluto del Governatore Salvo Trovato e del PDG Danilo Francesco Guerini Rocco unito a quello del Primo Vice Governatore Carlo Massironi impegnato a Roma, mentre era presente di persona nientemeno che da Como il Presidente di Zona della Prima Circoscrizione Roberto Simone accompagnato dall'Officer Distrettuale del Comitato Poster per la Pace Carlo Bertani.

Festa ordine Parabiago LC G. Maggiolini2Per la settima edizione del service di visibilità più importante che il Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini mette in campo sono stati invitati i maggiori rappresentati della Polizia di Stato nella persona del Vice Questore Francesco Anelli, dei Carabinieri intervenuti col Capitano Francesco Cantarella Comandante la Stazione Carabinieri di Legnano, della Guardia di Finanza rappresentata dal Tenente Colonnello Domenico Morabito, oltre all'Ispettore Ernesto Pagani per i Vigili Del Fuoco ed il Presidente Renzo Gatti per la Protezione Civile; l'assenza non comunicata del Comandante della Polizia Locale ha permesso al Club ed alla platea di fare la piacevole conoscenza pubblica del Segretario Generale del Comune di Parabiago ed al tempo stesso Dirigente Amministrativo di Polizia Locale dott. Domenico d'Apolito.

Festa ordine Presidente FerrarioParabiago LC G. Maggiolini2Ne suo discorso introduttivo il Presidente del Club, Roberto Ferrario,  ha ringraziato tutti i comandanti per la scelta operata in unità d'intenti col Club e per il perfetto lavoro di selezione che ha permesso ai Lions di premiare tutte le armi nel singolo milite o nella squadra da loro indicata ed ha voluto ribadire e sottolineare il perchè di questa manifestazione legata al ringraziamento pubblico alle Forze dell'Ordine che agiscono sul territorio per dare serenità e sicurezza ai cittadini.

In seconda battuta il Presidente ha ringraziato tutti i Soci del Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini presenti e specialmente quelli che si sono impegnati nell'organizzazione della manifestazione, come l'Officer Patrizia Guerini Rocco, che ha anche presentato la cerimonia, per dare spazio poi all'annuncio di un nuovo service "Utility Team" da concretizzare con la Protezione Civile ed al quale service, riservandosi di dare in altra sede più ampie informazioni, potranno partecipare in modo proficuo proprio tutti.raffaele cucchi alla cerimonia lc maggiolini

Dopo le parole del primo cittadino di Parabiago il Sindaco Raffaele Cucchi, in ossequio al principio che vedere è meglio che parlarne, si è dato il via alla trasmissione di due filmati: il primo riguardante le attività del Lions Clubs International ed il secondo che ha costituito una finestra affacciata su quanto realizzato dal Club parabiaghese proprio sul territorio nell'ultima annata.

Ciascun Comandante ha avuto poi ampio spazio per illustrare le motivazioni che hanno indotto a scegliere i rispettivi candidati, che, di volta in volta, hanno ricevuto dalle mani del Presidente il significativo "Leoncino" accompagnato dal Guidoncino del Club; un Guidoncino ed un omaggio sono stati consegnati anche ai Comandanti che, a fine manifestazione, si sono riuniti per la classica foto di gruppo prima di raggiungere con il folto pubblico la sala dove era allestito il buffet fatto predisporre dal Club.

Si riporta qui in calce l'elenco dei premiati

premiazione guardia di finanza con presidente ferrario e Patrizia Rocco GueriniIspettore Capo Angelo Caputo per la Polizia di Stato

Maresciallo Capo Andrea Doria per i Carabinieri

Luogotenente Massimo Ciancarelli e Maresciallo Michele Iovine - squadra della Guardia di Finanza

Squadra di Legnano per i Vigili del Fuoco

Agente Andrea Conti per la Polizia Locale

Gruppo Protezione Civile di Cerro Maggiore, Rescaldina e San Vittore Olona per la Protezione Civile
La redazione

Galleria fotografica

IMG 2817 resizeLegnano – Chiesa del SS. Redentore gremita stamani, domenica 7 febbraio 2015, per l’investitura della reggenza della contrada di Legnarello vincitrice dell’ultimo Palio di Legnano. La cerimonia è iniziata come da prassi con l’ingresso delle otto contrade, rappresentate dalle rispettive reggenze, seguite poi dal Supremo Magistrato nonché Sindaco di Legnano, Alberto Centinaio, il Gran Maestro del Palio, Alberto Oldrini, ed un rappresentante della Famiglia Legnanese. Il parroco don Giuseppe Prina dopo la recita del vangelo nell’omelia ha esortato i presenti a rimettere al centro il signore ed a chiedersi se davvero lo hanno mai incontrato perché solamente incontrandolo si può cambiare e capire il vero significato della fede. Il parroco ha colto l’occasione per ringraziare la contrada per quanto di buono sta facendo tramite le tante iniziative, anche a scopo benefico e solidale, ed i parrocchiani per la loro vicinanza alla parrocchia ed a tutte le iniziative ad essa collegate. Dopo le parole del don è stato il turno de “La voce del Palio”, Andrea Muroni, che uno ad uno ha chiamato IMG 2818 resizeal giuramento il Gran Priore, Alessandro Mengoli, il Capitano con la croce al collo, Paolo Cristiani, la nuova Castellana, Silvia Picenni, e lo Scudiero, Luca Lavazza. A seguito dei giuramenti don Prina ha voluto chiamare a se il fantino Giovanni Azteni che nel 2015 ha portato il crocione a Legnarello per fargli ricevere il giusto applauso dal suo popolo. Una mattinata quindi ricca di significati e di aggregazione. Il Palio è anche questo.

La redazione

 

Galleria fotografica a cura di Alessandra Faiella
Galleria fotografica a cura di Federico Mari

Video:
giuramento del Gran Maestro, Alessandro Mengoli
giuramento del Capitano, Paolo Cristiani
giuramento della Castellana, Silvia Picenni
giuramento dello Scudiero, Luca Lavazza

autoritàRho - Sabato 6 febbraio si è inaugurata una mostra importante negli incantevoli e storici spazi di Villa Burba a Rho, sede espositiva del Comune: la collettiva d'arte - rassegna  di opere internazionali: "The last last supper v. 2.0 - Leonardo e la visione ritrovata", dedicata alla celeberrima Ultima Cena di Leonardo da Vinci.
Una mostra importante innanzitutto in quanto, come ben espresso dal Sindaco Pietro Romano e dall'Assessore alla Cultura Giuseppe Scarfone, "esprime compiutamente la voglia di tentare un nuovo esperimento di offerta culturale, per la crescita ed il piacere non solo dei propri cittadini, ma anche di tutti coloro che vorrebbero grandi mostre anche in provincia. Ed ecco allora il primo assaggio di quanto può offrire una città che vuole fare il salto di qualità, dopo aver deciso di investire in cultura: la mostra è infatti il punto di arrivo del lavoro fatto negli ultimi quattro anni a livello di iniziative culturali, ma soprattutto il punto di partenza per tutta una serie di nuove proposte nel lungo periodo che verranno ospitate in Villa Burba. pubblicoQuesto è reso possibile anche dalle nuove modalità di fruizione, che richiederanno un piccolo contributo per la visita, parte del quale verrà significativamente reinvestito in cultura: in questo caso, per il restauro di alcune statue dello scultore rhodense Franco Fossa ospitate nella stessa Villa Burba. Non da trascurare inoltre che le mostre verranno accompagnate da eventi collaterali (concerti, laboratori, workshop ...) destinati a rivolgersi al più ampio bacino d'utenza, un primo assaggio dei quali è stato offerto all'inaugurazione con il poemino sinfonico L'ultima cena di Cristo di Nicola Pankoff".Nicola Pankov
Una mostra importante anche per la coralità di interventi e partecipanti che l'hanno resa possibile, a partire dall'organizzatore Associazione Flangini e dagli sponsor Nuovenergie Spa e A.Se.R SpA, per arrivare poi al contributo dello IAL Lombardia di Saronno, al coinvolgimento di alunni delle scuole superiori come giovani custodi e cicerni, al supporto dell'Associazione Pandora e, last but not least, ovviamente al progetto espositivo curato dal docente dell'Accademia di Brera prof. Antonio d'Avossa.
Una mostra allora naturalmente importante anche a proposito di quanto esposto e dell'intento curatoriale sotteso, che prende spunto da una delle più famose icone della pittura per aprire alle più diverse suggestioni ed interpretazioni, divenendo, con le parole dello stesso curatore: "davossa in tour ... una riflessione a tutto campo sulla morte e la vita, sulla fedeltà e il tradimento .... sul passato e sul nostro presente ".
Sfilano allora senza soluzione di continuità in un dialogo inesauribile e fertile una quarantina di opere dei più diversi linguaggi espressivi – pittura, fotografia, grafica, video ... - ad opera di artisti dalla più varia provenienza e carriera, accomunati dall'aver osato riprendere in chiave "moderna"il dipinto parietale leonardesco. Giovanissimi artisti dell'Accademia convivono accanto ad autori già affermati, così come ai grandi nomi dell'arte contemporanea (Joseph Beuys, Maurice Henry, David La Chapelle, Andy Warhol...), per poi immediatamente confrontare la propria opera con gli autori delle stampe settecentesche del Gabinetto dei disegni di Brera, posti nelle loro vicinanze. Tutti insieme, infine, proprio come gli apostoli nella Sacra Cena di Leonardo, Ultima cena modernasembrano voler trasmettere i propri moti dell'animo al fruitore che assiste meravigliato a questa esposizione sincronica di forme, colori e suoni, ben in linea con il sentire postmoderno e globalizzato del nostro terzo millennio.
Alla fine, sarà compito e gioia dello spettatore trarre quanto più di significativo dalle nuove formulazioni del messaggio leonardesco impregnato sulle reazioni al tradimento di Giuda, secondo la propria sensibilità e storia umana e religiosa.
In ogni caso, tornerà a casa sapendo che a Villa Burba non è stato tradito, anzi, se, come dice Leonardo nei Pensieri " Raro cade chi ben cammina" , avrà ancora molto da percorrere ed emozionarsi nelle prossime occasioni che il Comune di Rho vorrà offrirgli.
Giorgio Fedeli


Galleria fotografica
Video:
Presentazione a cura del Sindaco Pietro Romano
Presentazione a cura del prof. Antonio D'Avossa
Presentazione a cura dell'assessore alla cultura Giuseppe Scarfone
Tour della mostra con il prof. Antonio D'Avossa
Concerto Sinfonico Pankov

pintus introLegnano – Ancora un sold-out al Teatro Galleria per Angelo Pintus in "Ormai sono una Milf", una sana performance sulle paranoie di un/a quarantenne che si "rivede" e fotografa la situazione di chi non è più giovane per fare certe cose, ma è troppo vecchio per farne altre, appunto le MILF. La cosa che ci ha stupito di più, dopo il Teatro Galleria riempito in ogni ordine di posti, grazie alle proposte davvero allettanti erogate in questa stagione "indimenticabile" da Albachiara Spettacoli, è stata la presenza di tanti bambini. Lo abbiamo capito dopo chiacchierando con alcuni di loro, Tommaso ed Alessandro con mamma e papà: dopo lo spettacolo Alberto si concede un selfie con loro. pintus tommaso e alessandroE questo è un altro valore del ragazzo, ormai cresciutello Pintus  (ha compiuto 40 anni da poco), oltre alla comunicazione diretta, che non gira sulle cose, con un ritmo davvero interessante sempre a cogliere le sfumature ( vedi altro lavoro di successo "50 sfumature di Pintus " che gli ha fruttato oltre 200.000 spettatori in giro per i teatri italiani). Ecco l'ironia nei confronti di "questi", ritardatari alle rappresentazioni teatrali, che con atteggiamenti goffi "rompono" la rappresentazione ora di uno o di un altro artista (ben individuato da una pila, durante lo spettacolo). Ma il vero divertimento arriva con la mimica della perfetta MILF. PintusLa quarantenne che si dà tutto al perfezionismo (di maniera), che sfoggia abiti kitch pur di essere alla moda, che è imbranata alla guida della sua auto (per non parlare delle manovre di parcheggio), oppure dal parrucchiere [..questa "pazza" spende 190 euro per un taglio dai f.lli Coppola...lascivi e gran Maestri che snobbano i non seguaci dello spreco, mentre c'è chi paga il mutuo della Smart di 200 euro...compresa di tutto, assicurazione inclusa...]. Perché a 40 anni si cambia. Cambia che sei ancora troppo giovane per fare alcune cose, ma sei già troppo vecchio per farne altre. Cambia che non puoi più mangiare quello che mangiavi prima pintus pubblicoSi vuole "apparire", stare al passo coi tempi", senza essere consapevoli , che gli anni passano [...le torture in palestra...] e diventi paranoico del perfezionismo, della bellezza esasperata a tutti i costi, hai bisogno di attenzione, di essere corteggiata/o , di essere amata/o. Ma non ti rendi conto, e... sei diventata una MILF. A fine serata Alberto è stato di parola ed i bimbi, ma anche le quarantenni, che lo desideravano, hanno potuto fare il Selfie...da Milf.
Enzo Mari


Galleria fotografica
Video:
Estratto_1, Intro
Estratto_2, Le quarantenni MILF
Estratto_3, Milf in auto

IMG 7076Milano - Mancano ormai pochi giorni all'apertura di Bit2016, primo marketplace internazionale in Italia che per tre giorni, dall'11 al 13 febbraio, riunisce nel cuore del quartiere di Fiera Milano a Rho gli operatori del turismo di tutto il mondo. Un parterre particolarmente ricco,che premia il format innovativo della manifestazione: presenze di prestigio, sia sul fronte degli espositori sia su quello dei buyer, che hanno colto l'opportunità unica offerta dall'appuntamento milanese per promuoversi e sviluppare il proprio business.

Grazie anche alla spinta di EXPO – che ha permesso a Milano di aumentare il proprio tasso di occupazione di camere del 18%, posizionandosi per tasso di crescita davanti a Madrid, Lisbona, Barcellona e Berlino, e superando Monaco, Vienna, Amsterdam, Londra e Parigi - l'Italia ed in particolare il capoluogo lombardo si confermano una location ideale per ospitare una Fiera internazionale del turismo come Bit.

Unica manifestazione italiana a raccogliere più di 100 Paesi, oltre 2.000 aziende e circa 1.500 Buyer su 4 macro aree espositive (Leisure, MICE, Luxury e Destination Sport) e unico appuntamento nel nostro Paese dedicato ai segmenti MICE e Luxury, Bit2016 ha quindi tutte le carte in regola per diventare leader nel panorama fieristico italiano, grazie anche all'innovativa suddivisione per segmenti di business.IMG 7220

Sempre seguendo i trend di mercato, Bit ha deciso inoltre di puntare sui settori che fanno registrare in Italia le migliori performance anche nei mesi invernali del 2016, come il turismo culturale ed enogastronomico, seguito da quello dedicato a fitness e benessere e dal turismo d'affari e congressuale, che sta vivendo un momento di ripresa. Una strategia che, in linea con quella del Gruppo Fiera Milano, vuole valorizzare i segmenti in crescita, con un occhio a possibili future acquisizioni.

Le aree espositive

Le 4 macro aree espositive - LEISURE WORLD, LUXURY WORLD, MICE WORLD e DESTINATION SPORT – sono pronte ad accogliere espositori, buyer e visitatori, mettendo a disposizione un palinsesto ricco di novità e opportunità di business.

IMG 7337L'offerta dell'area LEISURE WORLD che, tra Italia e Estero, conta il 75% degli espositori di Bit2016, spazia dal turismo tradizionale a quello enogastronomico grazie all'area dedicata Food&Wine (segmento nel quale rientra l'8% degli espositori Leisure), passando per lo sport, dove trovano spazio il 15% degli espositori Leisure, fino al progetto pilota Bit.Golf in collaborazione con MediaGolf Group che organizza G4T (2% degli espositori). Un gruppo ampio e variegato, che offre una panoramica a 360° sul mondo del turismo e le sue ultime tendenze.

L'area LUXURY WORLD, nella quale sono presenti il 9% degli espositori della manifestazione, è riservata solo agli operatori del segmento del lusso e offrirà una serie di servizi esclusivi per gli espositori della industry e occasioni di business matching con buyer internazionali altamente profilati.

Boom per l'area MICE WORLD, preferred partner di Federcongressi&Eventi: con espositori più che triplicati rispetto all'edizione pilota 2015 (nel 2016 rappresenteranno il 16% delle aziende presenti) è questa una delle rivelazioni di Bit2016, nonché unico appuntamento italiano dedicato a questo segmento. Offerta e spazio dedicato al mondo MICE sono stati costruiti all'insegna del business e del networking e prevedono una sala eventi dedicata alle opportunità di formazione e agli osservatori e studi di settore: tutto il meglio per incrementare le proprie opportunità sul mercato.

L'area DESTINATION SPORT, infine, permetterà al pubblico di visitatori di sperimentare una vasta gamma di attività sportive e incontrare atleti ed esperti, mentre gli espositori potranno vendere servizi e prodotti direttamente sul posto. Sabato 13, inoltre, Bit2016 promuoverà il turismo attraverso lo sport con la prima edizione della Bit.Run, una 10 km organizzata in collaborazione con l'Ente del Turismo della Thailandia, che partirà da San Siro per raggiungere DESTINATION SPORT in Bit.

Gli espositori

Le presenze sia istituzionali che di operatori privati preannunciano già un'entusiastica adesione alla manifestazione, a cominciare dalle rappresentanze regionali che coprono da Nord a Sud l'intero territorio della penisola. Tra le Regioni partecipanti, da segnalare la Regione Toscana, che investe nella promozione di tutti i segmenti: agli spazi espositivi collocati nell'area LEISURE WORLD si uniscono infatti quelli delle aree MICE WORLD, LUXURY WORLD e DESTINATION SPORT. Regione Lombardia, invece, ha quest'anno ampliato la propria presenza all'interno di LEISURE WORD includendo uno stand di 100 mq nell'area Food&Wine.

Presenti anche quest'anno con un folto gruppo di operatori la Regione Emilia Romagna insieme a Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche e Umbria, tutte con spazi in linea con l'anno precedente.

Spostandosi più a Sud, rinnovano la partecipazione anche le Regioni Puglia, Basilicata e Calabria, quest'ultima con un ampliamento degli spazi espositivi, che per questa edizione arrivano a coprire 700 mq. Un segno indiscutibile che l'intera penisola conferma Bit2016 come volano del turismo nei propri territori.

Va poi sottolineata una delle new entry più interessanti, quella rappresentata da Cortina Marketing, un esempio di innovazione e creatività nel posizionamento e nella promozione di una destinazione su un target variegato oltre che nella costruzione di un brand, che sarà presente in Fiera con uno spazio espositivo di 78 mq.

Rientro in Bit per l'Ente del Turismo di San Marino, che tornerà ad esporre nell'area Leisure ed approfitterà dello straordinario palcoscenico offerto dalla Fiera per organizzare un evento di lancio della propria offerta turistica.

Se ci si sposta fuori dalla penisola, si registra una crescente presenza degli operatori privati (che rappresentano il 34% di The World).

L'Europa è rappresentata da diverse realtà istituzionali o private provenienti da Spagna, Francia, UK, Bulgaria, Grecia, Croazia, Romania, Cipro e Polonia. Tra i Paesi più fedeli a Bit la Turchia si conferma uno dei maggiori investitori in termini di spazi espositivi, a riprova dell'importanza che la manifestazione riveste come "amplificatore" per la promozione della destinazione.

Tra le novità extraeuropee, da segnalare presenze importanti da parte di Paesi emergenti che puntano al mercato europeo per promuovere la propria offerta turistica. Tra questi, Iran e Azerbajan figurano tra quelli più ricchi di potenzialità per il settore turistico.

L'Iran, per esempio, è una delle nuove mete più promettenti grazie alla distensione dei rapporti diplomatici con l'Europa: secondo i dati del ministero del turismo iraniano, a partire dal 2013 il turismo dal Vecchio Continente è aumentato del 240% e l'estate scorsa il Paese sarebbe stato visitato da circa 1,49 milioni di visitatori europei.

Riflettori puntati anche sull'Azerbaijan, Paese nella cui economia il settore turistico sta acquistando un peso sempre più importante: secondo l'UNWTO, nel 2014 il Paese ha infatti contato oltre 2 milioni di arrivi turistici internazionali, grazie alla ricchezza del patrimonio storico, culturale e naturale che ha contribuito allo sviluppo di varie forme di turismo, da quello business, a quello sportivo e medico.

Importante anche la partecipazione di Paesi del continente africano; tra questi il Senegal, nelle prime dieci destinazioni turistiche dell'Africa e la prima in Africa nera francofona, che si pone l'obiettivo di 2.000.000 di turisti entro il 2018, grazie a nuovi prodotti e alla diversificazione dei mercati di origine.

Spostandosi in Sud America, il Messico, i cui flussi turistici nella prima metà del 2015 hanno fatto registrare secondo il Ministero del turismo un'impennata di addirittura 7 punti percentuali rispetto al 2014, punta su Bit per ampliare il proprio mercato, venendo in contatto con il contingente di buyer che prenderanno parte alla manifestazione. Grosso investimento anche da parte dell'Argentina, uno degli espositori storici che, anche in virtù dei buoni dati relativi ai flussi turistici internazionali (+3,3% nel 2014 secondo l'UNWTO), vuole spingere l'acceleratore sul mercato.

I buyer

Uno degli asset di Bit2016 è rappresentato dai 1.489 buyer altamente profilati provenienti da ben 62 Paesi di tutto il mondo. L'area Leisure è quella che ne raggruppa il numero maggiore, 947 in totale; seguono l'area MICE, con un totale di 478 e quella Luxury, che ne annovera 64. Solo il 17% proviene dall'Italia, il 43% dall'Europa, e il restante 40% è diviso tra America del Nord e del Sud (22%), Asia (11%), Medio Oriente (4%), Oceania (2%) e infine Africa (1%).

I buyer appartengono alle categorie Tour Operator, Agenzie di Viaggi, OLTA, Associazioni Culturali e del Tempo Libero, CRAL ed incontreranno gli espositori secondo un'agenda di appuntamenti prefissati che garantisce a ciascuno 28 appuntamenti della durata di circa 30 minuti.

Per l'edizione 2016 di Bit si stima di superare i 50.000 business matching meeting: un numero che dimostra l'importanza strategica della manifestazione sul mercato come imperdibile volano di opportunità di business.

La Redazione

IMG 2465 resizeLegnano – Partito, come da tradizione, la "Festa della candelora", con il “Concerto della Candelora”di venerdì sera (05 Febbraio) presso la Chiesa Parrocchiale SS.Redentore affidato al Coro orchestra "Amadeus" e diretto in modo eccellente dal maestro Marco Raimondi, che ha proposto la novità assoluta: "Believe", un concerto Gospel, Negro Spiritual, dedicato al mondo della sofferenza , i neri d’America, come annunciato dal Don in apertura alla presenza del Gran Priore Alessandro Mengoli, del Capitano Paolo Cristiani, della Castellana Silvia Picenni e dello  Scudiero Luca Lavazza con la gran Dama e il past Gran Maestro Romano Colombo.il don di legnarello Quest’anno il maestro Raimondi ci propone un inedito, in accordo con il gran priore, Alessandro mengoli, sul tema del Gospel, che significa Vangelo, diffusione della parola dei neri, che cantavano le loro sofferenze, ma utilizzato anche come strumento di trasmissione di informazioni, messaggi, come la nostra Vangelo”. Si è associato alla visione, anche il direttore, Raimondi, che ha affermato “Il padre ha visto bene. Quest sera proponiamo un concerto inedito, rivolto a chi soffre e che ha fatto della musica lo strumento di elevazione. In particolare, partiamo con spiritual, solo canto, che con i neri del sud america, è divantato Gospel, poi Blues, jazz con le contaminazioni ed improvvisazioni, fino al meglio conosciuto soul e Rithm&Blues degli anni settanta/ottantra. Ci accompagnerà nel nostro percorso una cantante americana, che ha studiato vinto premi anche in Italia, Sherrita Dura, che ha cantato anche con Zucchero, Celentano, Ricciarelli ed ha vinto con Dream of Christmas, il Disco d’Oro nel 2019 e Platino nel 2010.". duranNon solo la Duran, ha contribuito alla riuscita del concerto, ma anche Enrico Raimondi, al piano, Boris Denti alle percussioni, nonché l’ottima direzione di Marco Raimondi. Il concerto ha proposto brani tra religioso e giocosso, partendo da “Always There” di Lovalnd, eseguito con maestria dal maestro e dai circa 50 coristi, che hanno coinvolto la bella chiesa di legnarello, addobbata per l’occasione con le bandiere di contrada, ed il Crocione, vinto nella edizione del Palio, anno domine 2015. Poi la voce suadante, forte decisa, profonda di Sherrita in Negro Spiritula con Ride on King Jesus, che è ritornata ad esibirsi ancora con Believe, che ha dato il nome al concerto, e poi nel delizioso brano presentato da Boccelli e Celin Dion in The Prayer, commovente per chiudere con I will follow Him dal film “Sister Act” interpretato in modo straordinario dalla ospite americana. il crocione in legnarello
Insomma un concerto riuscito e che ha aperto la lunga festa che vedrà domani, sabato 6 (stasera ndr) con la cena alla presenza della Reggenza e del Fantino Giovanni Atzeni, il fantino vincitore del Palio 2015 che lo scorso maggio ha portato la Decima Vittoria in quel di via Dante. Il menu della serata prevede antipasto, nido di polenta con bruscitt, formaggi e dessert. Unica nota stonata, non si sono viste le autorità paliesche (almeno noi non le abbiamo notate). Il concerto rientrava nel progetto "Itinerari Musicali" finanziato dalla Fondazione Comunitaria del Ticino Olona ONLUS (bando n.4 2014) il cui presidente Pietro Cattaneo ha presenziato alla serata.

La redazione

Galleria fotografica

Video:
Introduzione a cura del M° Marco Raimondi
Presentazione a cura del parroco di Legnarello
Coro Amadeus - Rolf Roland, Always There
Coro Amadeus - Alan Silvestri, The spirit of The Season
Coro Amadeus - Negro Spiritual Ride on King Jesus con Sherrita D.


RUBRICHE
Palio Di Leganano
 
Enogastronomia
 
Expo Milano 2015
 
Rubrica Arte

SEGUICI SU


RegioneLombardia Regione Piemonte

Logo provincia Milano

Provincia di Varese

tssss
Expo Logo-Fondazione-Orizzontale resize LionsClub2 Distretto dei Laghi logoDistretto33