Progetto Vincitore Expo 2015

PrimoPiano (925)

Nerviano - Soundtracks festival atto primo. Parte il 30 agosto 2013 a Nerviano in località Garbatola l'edizione 2013 della celebre rassegna sovracomunale di jazz e blues. Il primo show spetta
a alla cantante afroamericana Peaches Staten & Luca Giordano Band
Peaches Staten nasce a Doddsville nel delta del Mississippi, musicalmente cresce in quel di Chicago, dove ha condiviso la scena e registrato con i migliori bluesmen.
Ha una voce versatile che le garantisce ottime performances in tutto il panorama musicale a livello mondiale; suona egregiamente il Wash Board, dando un supporto ritmico incredibile alle sue esecuzioni e creando un impatto visivo che cattura il pubblico. Nel Maggio 2010 e' uscito il suo ultimo cd, live at Legends di Chicago (club di Buddy Guy).
Sul palco, Peaches offre uno show che spazia dal blues al soul/funk, supportata da una band di grande esperienza che valorizza la sua stupenda voce e personalissima presenza scenica.
Luca Giordano è uno dei più appassionati e competenti musicisti blues italiani della nuova generazione E' stato ospite al Chicago Blues Festival 2006 insieme alla leggendaria band di Muddy Waters e si è esibito nei più importanti circoli blues, in numerosi festival e in alcuni dei più famosi locali Blues della Windy City come il Buddy Guy's Legends.
Collabora con diversi artisti di fama internazionale. In Italia è stato in tour con Shirley King, figlia del Re del Blues BB King, con Mr. Chris Cain, icona per tutti i chitarristi Blues, e con il grande sassofonista Sax Gordon Beadle. Attualmente viaggia tra gli States e l'Italia collaborando con numerosi musicisti nostrani e d'oltreoceano: Big Jack Johnson, Billy Branch, Bob Stroger, Bonnie Lee, Carlos Johnson, Les Getrex, Linsey Alexander, Peaches Staten, Matthew Skoller, Junior Watson, Enrico Crivellaro ed altri.

oto protagonisti wsTernate - WOODinSTOCK è un grande festival che unisce Musica, Arte e Sport contro la malattia di Parkinson.
WOODinSTOCK 2015 si terrà al Parco Berrini di Ternate - VA dal 9 al 12 Luglio, quest'anno alla sua quarta edizione, non ha solo lo scopo di raccogliere fondi per la lotta alla Malattia di Parkinson, ma ambisce a costituirsi come cura per quei «tremori», non necessariamente legati a questa o altre malattie, che ciascuno di noi porta con sé nella propria vita.
WOODinSTOCK Music Art & Sport Connection risponde con la realizzazione individuale e il piacere legati alla musica, all'arte e allo sport e si propone come una manifestazione ricca di eventi e attrazioni per offrire a tutti divertimento e svago, senza per questo dimenticare il proprio obiettivo sociale. Il Festival sarà presentato presso la Fondaione Comunitaria del Varesotto via Orrigoni 6 , lunedi 6 . La Fondazione fin dalla prima edizione ha supportato il progetto anche con un fondo. luca
Numerosi gli OSPITI MUSICALI: dai Folkstone -che alle chitarre tipiche dell'Hard Rock affiancheranno cornamuse, bombarde, arpa, cittern, ghironda e flauti- a Gigi Cifarelli, uno dei più grandi chitarristi jazz e fusion italiani; dagli Skassakasta, la band che accompagna Gianluigi Paragone su La7, al progetto «La cattiva strada» di Aldo Ascolese -chitarrista di De Gregori, Guccini e Fabrizio De André- che proporrà un viaggio tra le canzoni e la vita di De André attraverso l'analisi delle figure femminili che popolano le sue canzoni. E ancora, Country e Bluegrass alla Domenica con ospiti illustri dagli USA come Laura Crisci, Doug Rorrer, e, con l'italiana Piedmont Brothers Band, Ron Martin.imgp15431 resize
Ma non solo musica a WOODinSTOCK... Il 9 Luglio il festival si aprirà con Paolo Migone direttamente da Zelig con il suo occhio nero e poi, Venerdì 10 avremo la partecipazione di Max Cavallari dei Fichi D'India... E ancora, realizzazioni estemporanee di artisti visivi come Max Fontana, Roby Epi e gli Artisti in movimento...
Nelle giornate di Sabato 11 e Domenica 12 inoltre avremo numerosi e prestigiosi ospiti per interessanti Workshop musicali e non -l'elenco completo sul sito- con numerose occasioni di divertimento e relax per tutta la famiglia.

WOODinSTOCK è anche SPORT con diversi eventi, il più rilevante è sicuramente RUN FOR PARKINSON'S evento solidale mondiale alla sesta edizione -la terza per Ternate- che si terrà la mattina di Domenica 12 con tre percorsi differenti intorno al lago di Comabbio (12.5km, 3km e 500mt.) che permettono a CHIUNQUE di partecipare in modo solidale.Gasch

E ancora, al venerdì, in giornata, intrattenimento e laboratori musicali e sportivi per i bambini con la partecipazione in particolare della TacTic Band e delle Ginnaste del Lago.

Venite a trovarci al Parco Berrini, dove sarà presente anche un ricco stand gastronomico: l'ingresso a tutte le giornate del festival è gratuito!!!!!!!

Questa è solo la punta dell'Iceberg... Tutte le informazioni sul nostro sito http://www.woodinstock.org
E' inoltre possibile seguire nel dettaglio gli orari del festival al seguente indirizzo: http://www.woodinstock.org/festival-ed-eventi/woodinstock-2015/240-woodinstock-2015-eventi-ed-orari
Il festival esiste anche come evento Facebook: https://www.facebook.com/events/130305397302119
La Redazione

Milano Ancora caldo fino all'inizio della prossima settimana, quando le temperature sfioreranno i 40 gradi. Il Servizio Meteorologico Regionale (SMR) di ARPA Lombardia segnala che le temperature si manterranno elevate ancora per diversi giorni su tutta la regione fino a raggiungere, all'inizio della prossima settimana, punte di 38–40°C in pianura. Il forte disagio da calore e i rischi per la salute potranno essere limitati adottando i comportamenti indicati dalla DG salute di Regione Lombardia: "10 regole d'oro per affrontare il caldo estivo", e dal Ministero della Salute: "Ondate di calore". Il forte disagio riguarda sia il milanese che tutto il varesotto.

punkreasPRS 1

Parabiago – È stata una lunga serata, ieri 3 luglio al Parabiago Rugby Sound, iniziata con il rock casinista e divertente dei PAY, capacissimi nell'attirare e interagire con il pubblico. "Era dal '97 che non suonavamo con i Punkreas – dice Daniele "Mr.Grankio" Vaschi, cantante e chitarrista – Pensate se fossimo diventati famosi noi: l'Italia sarebbe nella m....!"

Una di quelle esibizioni in cui "si tocca la folla" ridendoci e scherzandoci, allungando le canzoni solo per guidare lo "Eih!" del pubblico con il braccio "in stile stadio" per poi scaricare tutto con una musica furiosa ma mai cattiva, anzi allo stesso tempo leggera e snella.

 

Tra battute, palloncini e stage-diving si è arrivati ai Vallanzaska, che hanno fatto ballare anche gli alberi con il loro ritmo veloce a sorridente. Nel frattempo era arrivata la pioggia, che però ha solo assottigliato le fila di spettatori nel pratone. Certo dopo l'ondata di afa di questi giorni una rinfrescata musicale è stata ben accolta e così in molti hanno comunque continuato a ballare sotto l'acqua. I sette componenti hanno letteralmente fatto straripare di suoni l'atmosfera del campo con un ritmo che si insinuava ovunpunkreasPRS 2que.

 

Ma, ovviamente, gli attesi erano loro: i Punkreas, i padroni di casa, a far divampare il fuoco sotto la pioggia battente. Da sotto i tavoli e dal riparo delle tribune, la gente invade di nuovo il campo, poi sono salti e mani al cielo, pogo diffuso, una sola voce: Aca-Toro, Il Vicino è il Mio nemico, La Canzone del Bosco... Brani delle origini, ma ancora terribilmente attuali sempre amati e cantati con gli amici dai tempi delle medie, che già li ascoltavano i nostri fratelli maggiori. Con la pioggia che ormai andava e veniva, è continuata la lunga notte, intermezzata da un intervento del sito satirico "Lercio", le cui comiche false notizie hanno fornito un simpatico stacco a metà esibizione.

 

Ancora tanti nomi grossi, quindi, al Rugby Sound, ancora tante emozioni e tantissime persone, dai ragazzini ai "diversamente giovani" con qualche capello grigio, per una festa che continua questa sera con i Mellow Mood e i Dub Inc ad ingresso libero.

Enrico G.
Galleria fotografica a cura di Assefocale

 

The fratellisParabiago – Un caldo infernale, interrotto solo da una breve spruzzata di pioggia, ma con un contorno di ottima musica.

Si può descrivere così esibizione di ieri sera di The fratellis al Rugby Sound di Parabiago.

La band scozzese formata da John, Barry e Mince Fratelli (alias John Lawler, Barry Wallace e Gordon McRory) con Will Foster ad accompagnare alla tastiera, ha offerto uno show ruspante è gradevole nel quale, molto più che nei tre album di studio, hanno snocciolato e varie componenti della loro musica dal più moderno brit-pop fino al pub-rock e The fratellisal power pop degli anni'70.

Il set live, ricco di classici come "Henrietta", "Baby doll", la riuscita "Too much wine" o "Chelsea dagger", ha saputo evocare rimandi a Bruce Springsteen o ai Boomtown Rats di Bob Geldof. Davanti a circa 2000 persone si sono mostrati in ottima forma.

L'acquazzone che ha colpito Parabiago verso metà del concerto non ha scoraggiato i fan più accaniti che sono rimasti sotto al palco a godersi la musica e qualche goccia d'acqua rinfrescante.

Monaci del surfIn apertura buono anche lo spettacolo offerto dai torinesi i Monaci del surf, alla loro seconda apparizione al Rugby sound, che, coperti da maschere, hanno proposto appunto la loro energica musica surf.

Articolo e foto di Stefano Vietta

combattimentoLegnano - Ritorna, sabato 4 e domenica 5,  dopo due anni di sospensione al riqualificato Castello di Legnano, Castello in Festa : giochi medievali, combattimenti, accampamenti fanno fare un tuffo nel passato a grandi e piccini con l'emozionante Incendio al castello, il gioco pirotecnico con base musicale che culmina con il famoso incendio. L'iniziativa rientra nelle manifestazioni collaterali del Palio delle contrade 2015 e nelle manifestazioni per Expo che l'amministrazione Comunale ha organizzato insieme ai Commercianti, Alberghi della Milano che conviene, La Milano che conviene Istituzioni, gli Artigiani del Borgo. artigianiE sarà proprio l'Associazione Gli Artigiani del Borgo, con il presidente Minervino ad animare il Maniero riportato alla luce grazie ad un lavoro di squadra e di rete.
Gli Artigiani del Borgo saranno a Castello in festa, la due giorni in programma al Castello di Legnano nel primo week-end di luglio.Una partecipazione come sempre forte in quantità e qualità, che vedrà impegnata l'associazione nella gestione del bar e della cucina, con l'ormai famosa e apprezzata Locanda del Borgo e le immancabili griglie. Gli artigiani saranno presenti con più di venti botteghe: tintoria, magia, colori, creta, araldica, notara, orafo, rame, tombolo, ricamo, telaio, macramé, trucchi, cuoio, calzolaio, legno, scudi, icone,pettinatrici. E poi il cerusico, il fabbro, lo scalpellino. L'aia con gli animali da cortile, le animazioni e i laboratori, i musici e il museo.artigiani-borgo-castello-legnano
Novità di quest'anno i "quadri storici", dedicati alla figura di Federico Barbarossa e ai Templari, oltre a uno scorcio della città di Gerusalemme. Sarà anche l'occasione per visitare la mostra Societas Legnanensis sui costumi ed i cibi nel Medioevo.
La Redazionee

partecipa-al-guiness-dei-primatiSan Vittore Olona - Ancora qualche biglietto disponibile presso i Proloco point, tra i quali l'Infopoint Iat-Sempione di piazza Italia, per la cena "2200 metri sotto le stelle" e "La Tavolata piu' lunga del mondo" inseririti nel Guiness World Record  di Londra per Expo Milano 2015  che si terrà, sabato 4 luglio 2015,  in Vie Battisti, I° Maggio e Puccini. a cura della Proloco San Vittore Olona.  
La Pro Loco tenterà di superare due records: la tavolata più lunga e la più grande cena a lume di candela mai realizzati fino ad ora. La pianificazione, il percorso organizzativo, gli incontri e le riunioni con i diversi soggetti coinvolti ( sponsor, Associazioni, aziende, ecc.), i numerosi contatti con la sede centrale del Guinness World Records di Londra, hanno richiesto un grande impegno che dura ormai da 4 mesi e che ha visto la Pro Loco dedicarsi quasi esclusivamente a questo straordinario appuntamento.menu
"Promuovere il luogo". Questo concetto racchiuso nel termine stesso "Pro Loco", prevede, anche il dare impulso e sostenere iniziative legate al territorio in una fase storica fondamentale che vede l'EXPO attrarre milioni di persone da tutto il mondo, ed è la parola d'ordine dell'Associazione. Cosa possiamo fare? Ci siamo chiesti; quale appuntamento organizzare per proiettare un piccolo paese come San Vittore Olona, in una dimensione più ampia? Quale progetto sviluppare, che possa distinguere un sistema locale per le sue potenzialità ancora inespresse? Semplice: un evento che "seduca" il mondo. Ci vuole impegno, tanto impegno e, soprattutto crederci.
L'ideazione, la progettazione, l'aspetto economico-finanziario, la preparazione, l'impostazione delle strutture coinvolte, sono frutto di un intenso lavoro programmatico e tecnico della Pro Loco ma, l'esecuzione pratica e promozionale del tentativo di superare i Guinness in oggetto, sono frutto, oltre che della Pro Loco, anche della preziosa collaborazione delle Associazioni del territorio. L'associazione degli Alpini, Olona Viva, le Pro Loco di diversi paesi e città della Lombardia, i commercianti e i titolari dei "Punto Pro" di San Vittore Olona, l'Infopoint Iat-Sempione la neo costituita Associazione "Cerro Shopping" , e altre realtà associative locali e sovra-locali, aiuteranno nella promozione e nella realizzazione pratica del G.W.R.
La serata di Sabato 4 luglio prevede anche , oltre alla grande cena a lume di candela, divertimenti e attrazioni legate alle tradizioni degli artisti di strada: giocolieri, maghi, mangiafuoco, musicisti di strada, equilibristi, ecc. allieteranno il pubblico e i commensali presenti con le loro straordinarie performance. L'area su cui verrà realizzati il tentativo del G.W.R. coinvolgerà le Vie Battisti, I° Maggio e Puccini. Un'area dove sono dislocate circa 60 aziende di San Vittore Olona che sono il vanto produttivo e socio-economico del paese.
In una fase difficile come quella che tutti noi stiamo vivendo, un po' di attenzione alla produzione e al commercio è fondamentale e l'interazione con un'area "silente", quasi sconosciuta ai più ma, eccellenza del territorio sanvittorese, con circa 500 addetti che operano con la loro professionalità e competenza, rappresenta un atto di maturità sociale.

IMG 2592Varese - Un enorme pubblico nella grande struttura teatrale dei bellissimi Giardini Estensi di Varese e molte autorità e personalità hanno caratterizzato l'evento inaugurale di Terra e Laghi - Festival di Teatro nell'Insubria.

Silvia Priori, con una recitazione di altissimo livello, unitamente alla Soprano giapponese Kaoru Saito, al gruppo Aikido: Francesco Dessì, Federica Di Marino, Soraya Perez, Claudio Sala, Graziano Scicolone, Riccardo Tavolazzi, al Gruppo Kotoji (Tamburi Taiko giapponesi), con la regia del giapponese Kuniaki Ida e la collaborazione alla regia di Roberto Gerbolès, le musiche di Robert Gorick, le scene di Luigi Bello e i costumi della Sartoria Bianchi – Milano e Vittoria Papaleo, hanno dato vita ad una performance memorabile. La produzione è di Teatro Blu.

E' stata raccontata la vicenda intima di Butterfly, la sua carica emotiva, la sua purezza, e la sua instancabile attesa in un'atmosfera esotica. La sua solitudine è l'alcova per sognare il desiderato incontro con il suo amato, una Penelope orientale che tesse le trame di un amore infinito, fedele, devoto, che va oltre se stessa. Cio-cio-san, si veste di IMG 2514 resizesperanza e aspetta. Aspetta il ritorno del suo amato. E' capace di aspettare e la sua attesa è intrisa di gioia, di ingenue aspettative, di sogni a colori, di incontri che mai si avverranno, di abbracci e di desideri. Ha fiducia, ed è convinta che la sua attesa si possa volgere in gioia nel momento in cui il pennacchio di una nave, un fil di fumo, dividerà in due l'orizzonte del mare di Nagasaki.
La Butterfly messa in scena è la celebrazione della speranza sul confine fra realtà e illusione, dell'affetto materno fino a giungere all' autoeliminazione per la felicità altrui.

Le più belle arie di Giacomo Puccini hanno dato alla narrazione in opera giapponese da uno studio sulla Madame Butterfly di David Belasco un'atmosfera ed un clima di grande emozione.

All'inizio dello spettacolo, dopo la presentazione da parte di Roberto Gerboles, sono intervenuti per portare i loro saluti ed il grande apprezzamento per l'evento e per l'intero Festival "Terra e Laghi": Cristina Cappellini - Assessore alle Culture, Identità ed Autonomie della Regione Lombardia - che ha evidenziato l'inserimento del Festival nei programmi di IMG 2546EXPO 2015, Stefano Costa - Presidente Regio Insubrica - che ha portato il saluto anche di Antonella Parigi - Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, Gunnar Vincenzi - Presidente Provincia di Varese, Carlo Massironi - Segretario Generale della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus - che ha portato il saluto del Presidente Luca Galli e Andrea Mascetti - Consigliere della stessa Fondazione Comunitaria oltre che Membro della Commissione Centrale di Beneficenza di Fondazione Cariplo. A fare gli onori di casa il Sindaco della Città di Varese - Attilio Fontana. Presenti anche Francesca Brianza - Consigliere Regione Lombardia - e Alberto Tognola - Consigliere Provincia di Varese.

Teatro Blu, per la messa in scena teatrale di Butterfly, ha creato collaborazioni con: Thuja Lab e Milano Aikido Club - L'Aikido, non è solo una raffinatissima arte marziale, la sua natura artistica permette a chi la pratica di sviluppare anche armonia e bellezza attraverso il movimento. Nutre e purifica il corpo, porta salute e un contatto profondo con noi stessi, allevia le paure che bloccano il naturale scorrere delle energie, sviluppa l'interiore senso di sicurezza e d'attenzione.

Durante lo spettacolo ed al termine dello stesso gli applausi hanno raggiunto livelli di intensità e durata grandiosi. A conclusione gli artisti sono apparsi numerose volte sul palco richiamati dalla ovazioni del pubblico. Un'intensa e luminosa luna e l'incantevole location hanno reso l'intero evento molto emozionante ed indimenticabile.

Iryna Bizhyk
Galleria fortografica

IMG 9844 resizeRho - Intenso e ricco il pomeriggio per Woman in Power Altomilanese, invitate ad Expo nella Woman Week L'altra metà della Terra" in corso dal 2 al 10 luglio, grazie al progetto Wip che ha avuto il riconoscimento di Expo Milano 2015. L'iniziativa che rientra nel progetto WIP in Tour è iniziata nel tardo pomeriggio ed ha coinvolto circa 50 donne dell'Altomilanese, un gruppetto di maschetti, con a capo Pietro Cozzi, che proprio ieri ha festeggiato i "suoi primi 80 anni", coccolato sia dalla figlia Elisabetta, referente del progetto insieme a Royal Time presenti con Luca Torno, Giada Del Rizzo e Annalisa Colombo, sia dalle Wip, che lo hanno eletto papà di WiP. "Oggi continua il Tour delle donne di WiP in Tour, dopo Lainate oggi andiamo ad Expo per dare valore al nostro progetto. In particolare mutuando le parole diDiana Bracco che ha voluto ubno spazio al femminile di Expo e che continuerà con le prossime manifestazioni d Emma Bonino che la settimana scorsa ha aperto "L'altra metà della Terra", perché noi donne riusciamo a proporci inIMG 9875 resize modo etico nella vita di tutti i giorni ed in particolare nel business". Parole dette alla partenza del pullman che ha accompagnato le donne alla volta di Expo. Già durante il breve tragitto c'è stata la presentazione dei progetti in corso delle Wip, l'atteso numero del Magazine e la condivisione di alcuni nuovi progetti ed il ringraziamento ai partners. In primis Flli Cozzi, Royal Time ma anche ai nuovi soci come Martella srl di Legnano, ed è stata l'occasione per presentare la manifestazione Universale a cura di TurismoSempione, da parte di Enzo Mari. Da li a poco l'amico di sempre di Wip, ha intrattenuto le ospiti, al PADIGLIONE ZERO, trasmettendo i valori della manifestazione "Nutrire il Pianeta, energia per la vita" soffermandosi sul valore del cibo e del ruolo delle donne che hanno nella gestione di questa preziosa metafora ed essenza della vita di tutti gli esseri umani, visitando quello che è la testimonianza storica, insieme ai Cluster, alla carta di Milano, del lascito immateriale della manifestazione Expo Milano.  E poi passeggiando per il Decumano,, non IMG 9905 resizeproprio visto i tempi stretti, per partecipare all'evento nell'evento, ovvero la rappresentazione al femminile dell'alimentazione con il reading di Lella Costa "Il pranzo di Babette".
La calda ed appassionata voce di Lella, ha catalizzato l'attenzione di Tutti all'auditorium di Cascina Triulza, con una recitazione eccezionale, coinvolgimento, totale, con una profondità disarmante. "Ringrazio le Wip di Legnano, per la loro partecipazione e per il progetto che stanno portando avanti, e che hanno contribuito a riempire, questa sera, questo spazio". Cosi le parole della "Donna" Lella Costa, invitata da Expo alla manifestazione "L'altra faccia della Terra" Woman in Week, occasione di performance, convegni, conferenze tutte al femminile in corso dal 2 al 10 luglio. Circa il reading di Costa, l'eccezionale performance, dove l'attrice Costa, ha narrato ininterrottamente per più di un'ora la storia di Babette catapultata in Norvegia a casa di due luterane puritane sue padrone, lei donna del papa, che riesce a portare allegria ed amore con la sua disarmante semplicità capace di spendere ben 10.000 franche del 1800, per un pranzo che cambierà la loro vita. Toccante e dissacrante per i benpensanti di allora, una vera trasformazione come le donne nel tempo riescono a realizzare. Dopo il toccante reading, visita di corsa all'Albero della vita, per assistere a "volo" allo spettacolo.Stanchi, ma felici, soddisfatti, il pullman delle Wip Altomilanese ha fatto ritorno nel piazzale della concessionaria F.lli Cozzi... da dove tutto è partito.
Enzo Mari
Galleria fotografica
Video
Presentazione a cura di Laura Defendi
Introduzione a cura Luca Torno
Presentazione a cura Elisabetta Cozzi
Introduzione a cura di Lella Costa
Il pranzo di Babette
Pranzo di Babette - PT.2

rumatera4Parabiago – Ci sono volte in cui l'ignoranza è un valore aggiunto e la terra del pogo al Rugby Sound, di solito abituata a ben altre mischie, può confermarlo. La genuina e ruspante irriverenza di questa recente band di Cazzago, in provincia di Venezia, ha fatto muovere e divertire gli amanti del punk con un approccio che, pur sembrando senza pretese, ha animato la serata in modo non comune creando un vero e proprio legame tra artisti e spettatori.

Nati come band appena otto anni fa, Giorgio Gozzo (el Gosso) al basso, Daniele Russo (Bullo) e Giovanni Gatto (Rocky Gio) alla chitarra e Luca Perin (Sciukka) alla batteria sono inconfondibili sulla scena musicale italiana (e, per forza di cose, mondale) per il loro quasi esclusivo uso del veneto che li rende, come già detto, originali, ma anche, da quanto si è visto, apprezzatissimi: “Cantare in veneto per noi è importante – hanno detto dal palco – perché è la lingua che usiamo al bar con gli amici o a casa nostra, quindi essere qui e riuscire a comunicare con voi in dialetto è come essere ad una festa con gli amici di una vita!”

rumatera3I sound variegati, dal punk “nudo e crudo” a quello più “tamarro” fino al melodico, sono alternati a “brindisi” e cori goliardici, poghi vivaci e braccia levate, fino al sempre amato finale “da accendini in mano”.

Sotto la luna piene a le congiunzione di Venere con Giove si è giocato anche al “gioco dell'abbraccion”, in cui il pubblico si è prima diviso a metà (con un corridoio di alcuni metri) per poi lanciarsi in un caldo abbraccione in cui almeno un naso è “volato” (il proprietario sembrava comunque soddisfatto del concerto: ci ha salutato con un sorriso grintoso...)

Immancabili, ovviemente, le bellissime ragazze ballerine di “Lady Poison”, che ha spruzzato e dissetato le prime file urlanti rubando non pochi cuori.

rumatera1I Rumatera hanno voluto congratularsi con gli organizzatori del Rugby Sound perché “quando siamo venuti qui per la prima volta il palco era un quarto di questo” e la festa è sempre cresciuta.

Molte le foto con il gallo mascotte del Rugby Parabiago e, infine, anche con i ragazzi di LP World, promotori dell'evento, che si sono fermati allo stand del media-partner Assefocale.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA IN ALLESTIMENTO

 

Enrico Gussoni

Maroni

Robecchetto con Induno - Giuseppe Scarpa è il nuovo Presidente di Confindustria Alto Milanese. Eletto questa mattina dall'Assemblea Generale guiderà l'Associazione per il quadriennio 2015/2019.
Scarpa, 50 anni, è titolare della Scarpa e Colombo, storica fabbrica legnanese di produzione di valvole per motori, e della Freccia International di San Vittore Olona, società specializzata nella vendita in ambito internazionale di ricambi per motori endotermici. Una quarantina i dipendenti occupati e 14 milioni di euro il fatturato complessivo generato, il 60% dall'export. Da tempo impegnato sul fronte associativo, Scarpa ha fatto parte del Gruppo Giovani Imprenditori e del Comitato Piccola Impresa, di cui è stato Vice Presidente. Dal 2013 è Delegato Permanente nel Comitato Nazionale della Piccola Industria di Federmeccanica. Con Scarpa l'Assemblea ha eletto anche i due Vice Presidenti Diego Rossetti e Luca Donelli. Scarpa ha evidenziato come la sua sarà una presidenza all'insegna della continuità. La notizia è stata data nel corso dell'assemblea annuale di Confindustria Altomilanese, che si è svolta ieri alla ditta Candiani Denim di Robechhetto con Induno, una ditta tra le eccellenze del territorio. Il presidente uscente Gianangelo Mainini nella sua relazione annuale ha sottolineato come
"Ci siano ancora lacune sulle infrastrutture tecnologiche. In alcune zone le reti di telecomunicazioni sono obsolete e le connettività scarse». All'assemblea c'era anche il presidnete regionale Roberto Maroni. Grazie a un
finanziamento di 1 milione di euro da parte di Regione Lombardia, sarà realizzato un nuovo tratto di fognatura
industriale nel Comune di Robecchetto con Induno (Milano), al servizio di 11 imprese del distretto tessile e conciario, che occupano complessivamente 855 addetti. Lo prevede proprio l'Accordo per la Competitività sottoscritto ieri, in occasione dell'assemblea. Maroni lo ha firmato sotto gli obiettivi dei fotografi.
Si tratta del primo Accordo per la Competitività che viene sottoscritto in Lombardia, dopo la sua introduzione con la Legge 11/2014 Impresa Lombardia.
Questo nuovo strumento negoziale prevede che, a fronte di garanzie e impegni sul mantenimento o incremento di posti di lavoro, Regione Lombardia metta a disposizione di Enti locali e imprese - con cui si sigla un patto - procedure semplificate o finanziamenti per capitale umano, ricerca o, come in questo caso, infrastrutture.


RUBRICHE
Palio Di Leganano
 
Enogastronomia
 
Rubrica-PoesieExpo
 
Expo Milano 2015
 
Rubrica Arte

SEGUICI SU


RegioneLombardia Regione Piemonte

Logo provincia Milano

Provincia di Varese

tssss
Expo Logo-Fondazione-Orizzontale resize LionsClub2 Distretto dei Laghi logoDistretto33