Banner

Ultimo aggiornamento: 18.04.2014
youTubefacebooktwitterrss
English French German Italian Spanish



Domenica, 04 Marzo 2012 09:15

FILOSOFARTI 2012/I giovani protagonisti a Long Play al MAGA. Giovanni Orsini:la rete è indispensabile

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

GALLARATE – Alla  XXIV edizione del Premio Nazionale Arti Visive Città di Long Play Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate anche Giovanni Orsini, presidente del Premio ci conferma la provocazione/proposta di Marco Predazzi del Melo intervistato per Filosofarti , dopo l’intervento del Sindaco Guenzani e l’assessore Sebastiano Nicosia, Giorgio Gaspari di Fondazione Cariplo e Cristina Boracchi deus ex-machina di Filosofarti“ Gallarate, grazie al Maga, al Melo, teatro delle Arti e tutte le istituzioni del terzo settore rappresenta la vivacità culturale di questa città, che tutto il mondo ci invidia. Grazie al clima nuovo, alla collaborazione tra pubblico/privato, alla Fondazione Cariplo la rete è possibile, non solo, ma indispensabile”. Cosi il presidente a latere della presentazione del premio Longplay, che integra “Nei momenti di crisi vengono fuori le idee, proposte che rappresentano, poi, il cambiamento. Questa sera siamo di fronte ad una svolta, per il premio, ma anche per Il Maga: i giovani selezionati, da un’apposita Commissione curatoriale, fatta da giovani, come Anna Danberi, Alessandro Castiglioni, Noah Stoltz, Paolo Martinelli e Federico Simonelli e coordinata da Emma Zanella, sono tutti giovanissimi e loro rappresentano il cambiamento”.
LONG PLAY
  è il titolo della XXIV edizione del Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate che si svolgerà dal 3 marzo al 8 luglio 2012 nelle sale espositive del Museo MAGA di Gallarate, con il sostegno della Fondazione Cariplo. Nato nel 1949 con lo scopo di fondare la Civica Galleria d’Arte Moderna, il Premio ha da sempre prestato particolare attenzione alla ricerca artistica sviluppata dalle più giovani generazioni e alla costante trasformazione dei linguaggi visivi. Con LONG PLAY  conferma questa vocazione dedicando la propria attenzione giovani artisti under 35. La commissione curatoriale, ha lavorato a un complesso progetto che intende valorizzare le ricerche artistiche di lunga durata intraprese da alcuni artisti dell’ultima generazione e in cui la dimensione della dilatazione temporale sia coniugata con un ripensamento dell’opera, non più considerata come oggetto definito, ma come progetto di ricerca, campo aperto di riflessione sulla struttura stessa dell’opera. Per la prima volta nella sua lunga storia, il Premio costituisce quindi un riconoscimento di un lavoro già in corso, permettendo il suo ulteriore sviluppo in una mostra che dia conto delle sue stratificazioni,  fino all’acquisizione poi  dell’opera prodotta.

LONG PLAY. Il titolo dell’edizione prende spunto dalla realtà analogica: nei videoregistratori compaiono le funzioni SP short play e LP long play. Premendo un tasto, una videocassetta da 180 minuti diventa da 360. La possibilità di raccogliere e stoccare il doppio delle informazioni fa crescere le dimensioni delle piccole collezioni e dei piccoli archivi personali. Da questo punto di vista la funzione short play è l'antesignana della compressione digitale, ossia quello che dal punto di vista sociale, economico e culturale è forse uno dei passaggi più rilevanti a cavallo del XXI secolo. Mentre il mondo si preparava alla rivoluzione della riproduzione digitale (moltiplicazione e alta circolazione dei dati), l'arte segue un doppio movimento. Da un lato accelera, incita e alimenta. Ne escono una serie di lavori che assecondano l'immediatezza, stordiscono il linguaggio pubblicitario e scuotono le frequenze dei mercati. Per un altro verso, altri artisti sentono forte il bisogno di ritrarsi, di sospendere l'esposizione e appoggiare la propria ricerca su basi più solide. Da qui nasce l’esigenza di impostare la propria ricerca sulla base degli archivi e di ricerche a lungo termine, che sono poi il vero e proprio oggetto dell’indagine critica che caratterizza questa edizione del Premio.LE FASI DEL PROGETTO. LONG PLAY si è articolato in diverse fasi progettuali. La Commissione scientifica ha primariamente operato presentando e analizzando la produzione e la ricerca di oltre 50 artisti italiani under 35, operanti in Italia e all’estero.

Successivamente la Commissione ha deliberato di soffermarsi su una prima selezione di 18 artisti, il cui lavoro corrisponde alle finalità critiche espresse nella scelta del tema/territorio di ricerca individuati dal titolo LONG PLAY. Ciò ha permesso la costruzione di una sorta di archivio di questa tipologia di praticheartistiche, estremamente utile nella prospettiva di dare continuità al sostegno di questi artisti, partendo da una ricognizione generale, già documentata.

GLI ARTISTI. Tra essi la Commissione ha selezionato i progetti Il grande architetto di Luigi Presicce, Duplice morte Ellero ed ecosistema visivo di Riccardo Arena, Al-rumul: forms-of-life and dwelling di Mariagiovanna Nuzzi, Spool di Diego Marcon, Fusione a neve persa di Alis/Filliol, The dislay of an idea di Raphael Cuomo e Maria Iorio che in queste settimane stanno lavorando anche presso il museo  allo sviluppo dei lavori proprio perché la processualità delle opere e il loro carattere aperto presuppone una presenza importante degli stessi artisti in museo, accompagnati anche dai curatori.

IL CATALOGO. La mostra sarà accompagnata da un catalogo edito da MOUSSE PUBLISHING capace di descrivere ogni singolo intervento artistico, e nel contempo, illustrare il processo specifico di progettazione dell’opera.

ATTIVITA’ EDUCATIVA. Per tutto il periodo della mostra LONG PLAY avrà ampi momenti di approfondimento elaborati dal dipartimento educativo del MAGA. Laboratori didattici per bambini, attività di studio e ricerca per giovani studenti, seminari per il pubblico di interessati e specialisti, nell’ottica di trasformare questo premio in un luogo di negoziazione dei saperi e porre i progetti vincitori al centro di uno stringente dibattito sulla capacità dell’arte di riflettere in modo critico sulle problematicità, individuali e sociali, del presente.
Enzo Mari

Galleria Fotografica a cura di BeppeFoto

Video della serata:
Intervento Autorità a cura di Giorgio Tosi di Bustowebtv partner di Assesempione   
Intervento di Giovanni Orsini Presidente premio nazionale Arti Visive
Intervento di Alessandro Castiglioni
Intervento di Anna Daneri
Intervento di Denis Isaia
Intervento di Noah Stolz


Letto 1001 volte Ultima modifica il Lunedì, 05 Marzo 2012 16:54

Articoli Correlati

<<  Aprile 2014  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
 
    
Banner
Rubriche

Expo 2015

ISTITUZIONI - A "Verso Expo 2015, lo sprint dei Comuni e dei territori" : Expo opportunità per valorizzare i Comuni e l'Altomilanese.

Legnano - Tanti spunti, tante riflessioni, tanti relatori -forse un po' troppi- al convegno organizzato da RisorseComuni "Verso Expo 2015, lo sprint dei Comuni e dei territori"...

ARCHIVIO 



EVIDENZA
Rubrica Segnaliamo

MUSICA - Chiusura venerdi 29 di "Il Grande Jazz... all'Università" più concerti per festeggiare il diciottesimo compleanno, con un pensiero ad Expo

Castellanza - Chiusura Venerdi 29 con Rita marcotulli e Antonio Zambrini in "Pianoforte Duo" di  "Il Grande Jazz... all'Università" . Assesempione ha seguito , come sempre, anche questa edizione. Clicca sui link attivi.
Venerdi 8 con Max De Aloe Quintet
Venerdi 15 Jazz Live Sextet e Gegè Tellesforo
Venerdi 22 Marcella Carboni e Francesca Corria Venerdi 29 Rita Marcotulli e Antonio Zambrini concerto di chiusura...

ARCHIVIO 



PALIO DI
LEGNANO

Palio di Leganano

TEMPO LIBERO - Gli Artigiani del Borgo alla festa di primavera della contrada San Martino

Legnano - Gli Artigiani del Borgo saranno presenti con botteghe, laboratori e animazioni varie alla 16° edizione della festa di Primavera, organizzata dalla contrada San Martino...

ARCHIVIO 



ARTE
imgRubricaArte new

MOSTRE - Personale di Daniela Nenciulescu, Angeli corrotti dalle debolezze terrene

Milano - Sono stati intaccati dalle debolezze umane, gli angeli di Daniela Nenciulescu, non appena hanno poggiato i piedi sul suolo terreno, passando da uno stato di purezza...

ARCHIVIO 



INTERVISTE
& REC.

Interviste & Recensioni

CULTURA - Recensione del nuovo libro di Jonathan Littel "Tre studi di figure ai piedi di una crocifissione"

Milano - Perché Jonathan Littell sia interessato al trittico "Tre studi di figure ai piedi di una crocifissione" di Francis Bacon non lo dice apertamente nel suo volume da poco uscito...

ARCHIVIO 



RUOTE &
PEDALI

Ruote & Pedali

CICLISMO - Con la 33° Coppa Arci Adua si inaugura la categoria Giovanissimi della Provincia di Milano

Milano - Con l'inizio della stagione dei giovanissimi, il ciclismo prosegue a pieno regime l'attività agonistica e, per la provincia di Milano, l'onore di organizzare la gara...

ARCHIVIO 



CRESCITA PERS.
Crescita Personale

TEMPO LIBERO - Percorso di poesia tattile per dare forma e parola alle vostre emozioni a Busto Arsizio

Busto Arsizio - La creta diviene lo strumento per dare valore al processo creativo e non al risultato estetico della creazione.

ARCHIVIO 



ENOGA-
STRONOMIA

Rubrica Enogastronomia

TURISMO - In linea col tema Expo il Giro del Gusto arriva nelle principali città Italiane

Milano - L'esposizione universale di Milano 2015 riveste un'importanza centrale per la Svizzera considerati gli stretti legami con l'Italia. Il tema portante di Expo 2015 «Nutrire il pianeta...

ARCHIVIO 



logoAssesempioneSM
English French German Italian Portuguese Russian Spanish
You Tubefacebooktwitterrss


ASSESEMPIONE.INFO - Direttore responsabile Enzo Mari - aut. trib. di Milano n.35 del 29/01/2009 - è possibile utilizzare materiali citando la fonte
Powered by Joomla!. Valid Xhtml valido CSS valido Sottoscrivi RSS.

Free visitor tracking, live stats, counter, conversions for Joomla, Wordpress, Drupal, Magento and Prestashop